bruno verdi vini sponsor HDGolfLa storia della famiglia Verdi in Vergomberra risale al XVIII secolo quando Antonio Verdi dal Ducato di Parma si insediò in Oltrepò Pavese. Da allora ben quattro generazioni si sono succedute nella cura delle terre di famiglia. Secondo l’economia del tempo si producevano grano ed altri cereali; i gelsi davano le foglie per l’allevamento dei bachi da seta; un buon numero di pertiche erano dedicate alla vite, non meno importante nelle produzioni tipiche oltrepadane. Già con Luigi, la terza generazione, alla cura dei vigneti i Verdi uniscono l’arte della trasformazione delle uve in vino facendosi vinificatori e costruendo la prima cantina. Un’eredità che si trasmette di padre in figli unitamente alla passione e all’amore per la qualità.

Famiglia tipicamente patriarcale, come allora era tradizione, con la quarta generazione iniziano le divisioni di proprietà. Da Luigi discende Clemente, da questi Alfredo, Cavaliere di Vittorio Veneto, quindi Bruno, il primo a imbottigliare e fregiare le sue bottiglie con la propria etichetta negli anni dell’immediato dopoguerra, e infine Paolo che nel 1985 prende in mano le redini dell’azienda giovanissimo dopo la prematura scomparsa del padre Bruno.

Con Paolo l’azienda inizia un nuovo percorso con la spumantizzazione del primo metodo classico Vergomberra, l’acquisto della vigna Cavariola, l’impianto di nuovi vigneti (Vigna Costa- riesling renano, Campo del Marrone – Barbera), il tutto seguendo i dettami di un’agricoltura a basso impatto ambientale e alla continua ricerca di migliorare la qualità dei propri vini mantenendone la tipicità.

Tutte le uve vengono raccolte a mano.

Una buona condotta delle operazioni di cantina ci consentono un sempre minore utilizzo di solfiti nei vini.

www.brunoverdi.it